E TU?

schiavo o servo

Venerdi 27 seguivo la funzione con la bellissima omelia in cui il Papa diceva “Nessuno si salva da solo” e nell’atteso momento in cui alzava il Santissimo benedicendo urbi et orbi in diretta mondiale, le meravigliose campane di San Pietro venivano coperte dal lunghissimo urlo di un’ambulanza. Spero ricorderemo a lungo quel gelo lungo la schiena, quella sensazione sinistra e troppo precisa. E spero che quando si ritornerà al lavoro – per chi lo avrà ancora – si avrà la lucidità di accorgersi che quel “Nessuno si salva da solo” verrà strumentalizzato dall’economia e dalle aziende oggi chiuse, che domani per ripartire parleranno di “sacrifici” e di “appartenenza” e chiederanno il doppio di quanto già avevano avuto da chi già trainava il Carro. Spero che per allora si avrà ben chiaro chi è uno schiavo e chi un servo, perchè spero ci si possa ancora permettere di alzare la testa.

Melania Emma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.