#7 “MIA”

Due crossbody bags realizzate col progetto #7
Cotone egiziano rosso ricamato su lana mohair nera
Due tracolle differenti
Cerniera, fodera e tasca interna
Misure: 20×15 cm

Ho deciso di chiamare “Mia”le bag che realizzerò coi tessuti lavorati in studio, come in questi mesi.

Ho deciso di chiamare “MIA” le zipper pouches che realizzerò coi tessuti creati in studio, come in questi mesi.

#6

Foto e video del quinto prototipo: una vera coperta per divano, ma anche una federa cuscino, una tote bag, una tovaglia, uno scialle….

Misure 50×45 cm

Materiali: seta, lana

Le persone che l’hanno toccato, sono rimaste colpite dalla lavorazione della lana grossa “cucita” nel tessuto liscio e dai colori a contrasto. Ad ognuno ha dato l’emozione di qualcosa di già vissuto con piacere nell’infanzia. L’effetto ipnotico del “filo cucito nel tessuto” fino a cambiare i connotati estetici del tessuto di base, é un’antichissima tecnica di ricamo giapponese (sashiko) che ammiravo da lontano, ma non ho mai preso in mano se non da qualche mese. Il perché? É una bella storia nata in quarantena, ma ne parlerò in un altro post.

E con questo pezzo finiscono le mie sei settimane di studio colore blu-marrone, due classici per convenzione così inavvicinabili tra loro (come il blu e il nero che tratterò presto) ma che, in ogni nuance, piacciono invece sempre molto.

madeinitaly #fiberart #wabisabi