QUAL E’ LA VELOCITA’ DEL FITWALKING?

La camminata del Fitwalking non è nè una passeggiata indolente nè una marcia, ma un meraviglioso lavoro aerobico a basso impatto di minimo 20 minuti.
Si cammina a velocità sostenuta come quando si è di fretta, ma senza allungare il passo come per lanciarsi nella vera e propria corsa.
Questa attività, se ben fatta e con frequenza, porta innumerevoli benefici al cuore e alla circolazione, alla respirazione, al metabolismo (minimo 20′ per attivarlo e insegnargli a buciare di più) e alla tonicità delle gambe. E non richiede iscrizione in palestra.
Se il Fitwalking è fatto tutti i giorni per almeno 20 minuti si ha proprio un risveglio delle energie fisiche e mentali e, nel lungo periodo, i benefici per la salute si toccano con mano.
Anche il Fitwalking ha la sua postura e va mantenuta per tutta la sessione:

  • RESPIRAZIONE deve consentire di parlare con un leggero affanno.
  • BRACCIA: accompagnano le gambe oscillando bene lungo i fianchi.
  • SCAPOLE: spalle abbassate e all’indietro, “scapole in tasca”, lo sterno sale.
  • PIEDI: il piede deve fare tutta la sua rullata sul terreno: tallone, pianta, punta. Le dita sono ben distese nella scarpa, concentrarsi a sentire tutto il terreno sotto il piede, come se fossimo dei palmipedi.
  • GAMBE: mentre la gamba avanti punta il tallone, la gamba dietro si estende più possibile, gluteo contratto, ginocchio in estensione. Il polpaccio in questo momento sta facendo un meraviglioso lavoro di pompaggio del sangue verso l’alto.
  • ADDOME: risucchiato in dentro insieme ai glutei strizzati, come se volessimo chiudere “la coda” facendo retroversione del bacino.
  • OCCORRENTE: un paio di scarpe ben ammortizzate e ben allacciate.

A richiesta, ho ripreso me stessa con lo smartphone durante le sessioni del 25 e 26 aprile per mostrare la velocità a cui vado io (a proposito, LA VELOCITA’ DEL FITWALKING è TRA I 5 E I 7 Km/h perchè oltre si chiama “corsa lenta”), accorgendomi solo dopo di avere avuto la camera dello smartphone impostata a 320×240 di risoluzione (e so anche perchè ma è troppo lungo da spiegare!) e notando come nel video sembro una persona alta che cammina in punta di piedi. In realtà sono 1.60 cm e cammino di buona lena, ma non migliorerò le riprese, perchè filmare non mi è mai piaciuto. Sorry.

 

COME e COSA FACCIO IO?

  • sempre a digiuno, il mio momento è tra il caffè del primo mattino e la colazione.
  • ho un paio di circuiti nel quartiere per quando ho solo un’ora tra walking e doccia, se ho più tempo prendo l’auto e vado lungo i fiumi di Padova; la mia routine è di max 30′, max 3 volte a settimana.
  • sulle scarpe non risparmio e non transigo perchè prima della presunta Sclerosi Multipla ero una runner appassionata, quindi: Nike Pegasus. Ne ho provate tante, ma le Pegasus ammortizzano che sembra di volare e negli anni i modelli migliorano sempre.
  • indosso i capi della Decathlon studiati in base alle temperature e al rilascio del sudore.
  • uso il contapassi in foto, ben attaccato allo slip proprio nel punto della cresta iliaca del bacino. E’ un utile accessorio di 5 cm che, impostando il mio peso/altezza, mi conta i passi attivi (quelli al di sopra dei 5Km/h) e i passi passivi (quelli della camminata da shopping), i km/h, i km totali, le calorie, il tempo.
  • con me, in un marsupio fissato a tracolla, ho lo smartphone, un chewingum che mi aiuta per salivazione e concentrazione, un fazzoletto di carta in inverno e le chiavi. Se sto via molto, porto l’acqua.
  • non ho cuffiette, orologi, cardiomisuratori, app collegate: mi ascolto. Soprattutto sto attenta che la mia temperatura corporea non sia mai troppo alta, perchè gli sbalzi estremi me li pago tutti.

Solo 20 minuti, pensaci!

Melania Emma

tutto

r185903-01

L’ora di fitwalking appena sveglia, digiuna, grata di respirare ancora una volta l’odore magnifico delle mille possibilità che ogni alba ci prospetta. Con loro che lungo la strada mi accompagnano gioiosi, offrendosi, così semplici, a ricordarmi che ho davvero tutto. Tu come lo riprendi il tuo centro?

r185616-01

r185712-01

“Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole”
(2 Tm 4, 3-4)

r185616-01-01

r185738-01

Se ti piacciono queste foto, contattami per l’originale senza watermark e pronto per la stampa in alta risoluzione fino al formato 60×60 cm

r185839-01

r185839-01a