ZEN ART 3 – feb 2020

 

2

Sembra un po’ un virus, vero? Ed era solo il 4 febbraio 2020.
Quello che raccomando caldamente per fare 90 minuti di zen art contro l’ansia, é di prendere foglio e penna (basta una penna gel) e lasciarsi andare a ripetere la forma che più ti piace, senza preoccuparti di sentirti stupido o incapace. Basta non selfarsi e non lo saprà nessuno 😁
Se provi, fammi sapere 😘

Misure A4 (21 x 29,7 cm) su carta 100 gr

1

ZEN ART 2 – feb 2020

1

Questo invece è un mio cavallo di battaglia, la rosa spigolosa e “bodonizzata”. Le faccio perfino di pasta frolla alla crema nocciola o marmellata (la classica torta alle rose, ma io la taglio irregolare) ma, per qualche arcano motivo, non riesco mai a fotografarle 😋 mah…
In realtà mi piacciono i contrasti e, sia il bianco/nero che la font Bodoni (che alterna grazie sottili a neri pieni), mi fanno impazzire da sempre. In omaggio a Giambattista Bodoni ho perfino aperto da poco (Gennaio 2020) l’account @_pillolina_ per il piacere di disegnare le parole (scrivendo magari anche qualcosa di utile 😅).

Il formato è sempre A4 (21 x 29,7 cm) su carta 100 gr.

La storia del 90 minuti però (spiegata nel post precedente) é un progetto che intendo portare avanti, perché far disegnare le persone è una vera terapia di benessere. 😍

Grazie innanzitutto a chi mi supporta e mi incoraggia nel pubblicare i miei disegni. Che io ritengo scarabocchi. A causa della mia formazione tecnico-grafica, non ho mai chiamato “lavoro” quello che disegno.
Se non è perfetto, giustificato, allineato, sensato, digitalizzato, crenato, interlineato, non esiste (e un grafico può capire questa cosa).
Ma nei giorni scorsi, una persona mi ha chiesto di disegnarle un tattoo astratto: aveva visto alcune mie rose come questa. E sbam.
Questo scardina il monumento che ho costruito nella mia testa riguardo il disegnare, soprattutto perché per me significa mostrare una parte intima, che lascio andare molto difficilmente e mai tanto convinta. Eppure in passato ho anche venduto dei miei acquerelli e perfino degli scatti fotografici, ripetendo però a me stessa: “Che assurdità! Come fanno a pagare per questo!”.
I pregiudizi. Sono la prima ad averne.
Beh, ‘sta pippa domenicale è per ringraziare Voi, le Opportunità, il momento di Vita, la Strada.
Sono cose piccole eppure immense.

Qui invece, puoi vedere la rosa che ha venduto di più nel 2014

2

3