PESCI

20 feb pesci

Buon compleanno Pesci! La tua frase chiave è IO MI SACRIFICO.

Pregi: il Pesci racchiude in sè un pò tutte le caratteristiche degli altri segni dello zodiaco. D’indole generosa, gentile e paziente, se siete Pesci “sì” non conoscete odio e cupidigia e siete dotati di uno spiccato senso di sacrificio. Compassionevoli e tolleranti verso tutte le debolezze umane, la vostra capacità di immedesimarvi nel dolore altrui vi fa dei consolatori per eccellenza. Nel momento del bisogno, quando si è tristi e abbattuti, un amico Pesci è quanto di meglio si possa desiderare. Il vostro temperamento modesto, umile e mite, può dare talvolta l’impressione di fragilità, ma se prevalgono i pregi possedete una grande forza interiore che vi permette di superare con serenità e coraggio tutte le prove della vita. Siete dotati di un intuito tanto forte da sconfinare nella medianità e riuscite spesso a captare i pensieri di chi vi circonda, fin nelle più riposte intenzioni. Creatività, senso artistico e fantasia, possono fare di voi autentici artisti, così come l’intuizione e quel fiuto particolare che mai vi abbandonano possono trasformarvi in abilissimi e fortunati realizzatori d’affari. Dolci, gentili, ricchi di fascino e magnetismo, siete dei compagni ideali.

Difetti:Non di rado l’eccessiva gentilezza e il bisogno di prestare aiuto morale e materiale a chiunque incroci la vostra strada, sono accompagnati da un complesso di inferiorità. Allora la simpatia diventa adulazione e il desiderio di essere considerati dagli altri si trasforma in tendenza a farsi compatire e a sollecitare pietà. I Pesci “no” sono lamentosi, deboli, sfuggenti e indecisi, vivono nel regno del caos, dell’evasione dalle responsabilità e dalla realtà. Facili prede di personalità più forti della vostra, vi lasciate trascinare su strade sbagliate che possono alterare il vostro equilibrio psichico, spingendovi a volte fino all’ossessione e alle fissazioni. La vita affettiva è spesso complicata e infelice. Ricettivi ad ogni sorta di sensazioni, deviate verso troppi amori ed eccessi sessuali e, essendo emotivamente labili, trasferite sul piano fisico delusioni e dispiaceri sotto forma di vere e proprie malattie.

[Fonte: Astroguida 1987, supplemento allegato al n° 1/1987 di Cosmopolitan]