THANK YOU

thank you

Carucci gli “operatori sanitari” che fanno razzismo sui social contro “chi-usa-come” i dispositivi di protezione individuale. “Io non curo/soccorro/rianimo un cretino”. Uao. Peccato, carucci, che dobbiate prendervi cura di chiunque e comunque oltre la fede, la razza, lo stile di vita. E se adesso lavorate in condizioni indegne cercando qualcuno da odiare, ricordatevi che per trent’anni avete taciuto mentre la Sanità andava in pezzi.

Sogno il momento in cui una pandemia al contrario chiamerà gli artisti ad abbellire la vostra vita, valorizzare la vostra casa e curare il senso dell’orrido che vi contraddistingue, dal vestire fino ai mobili fuori parete che appendete. Anch’io scriverò i nomi di chi non ha un libro in casa, ma resterà comunque degno della mia presenza, perchè l’arte è un patrimonio distillato proprio dalla merda.