PULIZIE

le cose morte

Inevitabile, in una quarantena in cui si è pulito ogni anfratto pulibile di casa, non trovare qualcosa di morto. Ma sono minuti di un dolore che fa bene, come dico sempre, perchè serve a ricordare dove ti trovi e dove ti trovavi ai tempi della “cosa morta”. Ricordare fa bene, non dimenticare fa più che bene, sfruttare le “cose morte” per spingersi più in su, è qualcosa che nel tempo si impara a fare stra bene. E quindi datti un high five immaginario e vai a buttare la spazzatura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.