NEL MONDO

ognuno

Chissà cos’era successo a Goethe quando pensò questa frase. Forse una cosuccia poco carina come al Mondo adesso. Nei momenti di emergenza e pericolo per la propria sicurezza, ogni essere umano perde l'”umano” e rimane solo “essere”. Sennò non si spiegherebbero le turpitudini di questi mesi, a tutti i livelli e a tutte le latitudini. Anch’io alterno rabbia a speranza e anch’io ho momenti poco esaltanti. E vedo nel mondo proprio quello che è nel mio cuore: che non so niente, che non sappiamo un bel niente, che siamo a quota zero. E quindi non capisco e non tollero – oggi ancora meno – quella fetta di esseri superiori, gli zen, gli scafati, i saputi. Non ho mai stimato e quindi amato nessuno che abbia avuto gli occhi asciutti e i lineamenti distesi in tempi agitati. Il controllo l’abbiamo perso, anzi, mi sa mai avuto.

Melania Emma

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.